Saldi anche a Milano: cosa fare prima di strisciare la carta

saldi
Flash sales, pre-sales, newsletter e metodi per sopravvivere ai saldi (tutto l’anno)

Con l’occasione dei buoni propositi di inizio anno, si apre anche la stagione dei saldi invernali e da domani, attenzione attenzione, anche Milano farà parte delle “città scontate”. Scontate perché sarà naturale la fila all’ingresso dei negozi, le scene di ordinaria follia davanti all’ultimo maglioncino acrilico a metà prezzo e donne esauste con mascara colante dopo ore passate accalcate nei negozi (tra l’altro se cerchi un buon primer, leggi qua)

In fin dei conti i saldi sono un vero e proprio evento: la parola stessa è seducente vista l’assonanza (e la stretta relazione) con la parola soldi e, in più, è risaputo che facilità un’attività che, come risaputo, libera le endorfine: lo shopping (se sfrenato ancora meglio).

Prima di buttarci a capofitto in acquisti ossessivo compulsivi, riscaldiamoci: ecco cosa fare prima di strisciare la carta.

1.Repulisti dell’armadio: una forma alternativa di shopping

Il mio appuntamento fisso ogni due mesi circa. Questa routine mi permette di avere un armadio sempre pulito e profumato e outfit ordinati e attuali. Il riordinare i vestiti infatti, permette di prendere consapevolezza:

  • si ri-scopre quanto si è acquistato nel corso degli anni
  • si selezionano i capi che non si indossano più (vuoi perchè passati di moda, vuoi perchè rovinati)
    • ottima scusa per far del bene donando in beneficenza
  • si creano nuovi abbinamenti guidate dalla tendenza del momento.

Personalmente, dopo questo passaggio conosco esattamente ciò di cui ho bisogno riferito sia ad un outfit specifico che ad un dettaglio che manca a completare un look quasi pronto da indossare.

2. Naviga!

Sia sul negozio stesso del brand che su siti multibrand tipo Zalando o Asos. E non dimenticarti di iscriverti alle newsletter (punto 4.)

Ogni sito ha un “cerca”, tasto magico che ti dà la possibilità di inserire il capo desiderato. Questo facilita la conoscenza e chiarisce le idee: se cerchi scopri prezzo, disponibilità, composizione del capo e feedback di chi l’ha già acquistato. Non male direi.

3. Fissa un budget

Passati il punto 1. e 2., saprai quanto dovrai/potrai spendere. Ovviamente, il buon senso è caldamente ben accetto e il budget seguirà le possibilità di ognuno.

Per evitare di superarlo, cerco di lasciare a casa la carta di credito a casa o, se acquisto online, ricarico una prepagata destinata solo allo shopping.

Ad essere sincera, qualcosa di extra esce sempre eh, ma del resto, l’errore relativo va sempre calcolato!

4. Newsletter e coupon: con i saldi e senza

Le Newsletter dei brand di moda sono bellissime, racchiudono le novità in fatto di tendenze, promozioni, sconti, novità! Io alimento ogni tipo di CRM fashion; adoro ricevere mail così esaltanti che invitano all’azione [deformazione professionale].

In concomitanza dell’inizio della stagione dei saldi, le newsletter ti permettono di acquistare a prezzo scontato in maniera privilegiata e prima della partenza ufficiale.

saldi

Inoltre, se vuoi anticipare l’acquisto di un capo che ti occorre perché l’hai puntato e non puoi rischiare che vada sold out nei negozi o non vuoi assolutamente perdere mezza giornata per una maglietta , cerca su google i codici sconto del brand, resterai sorpresa su quanti aggregatori di offerte ci siano!

TIPS I/III, I saldi online anziano sempre la sera prima del giorno ufficiale di start, tieni d’occhio la mail!

TIPS II/III le svendite private OMGI/II . Un’occasione unica, soprattutto quando a farle sono i grandi brand ai quali io personalmente mi avvicino di rado… e c’è sempre un vetro in mezzo comunque. Questo è quanto è successo qualche mese fa quando una mia amica mi ha detto: tra 1 ora c’è una svendita solo per i dipendenti, vieni con me?

saldi

5. Shoptagr

La scoperta del secolo! È una piattaforma che ti consente di salvare i capi che trovi sul web, secondo delle categorie/liste che imposti tu.

shoptagr

mia schermata di shoptagr

Puoi scegliere anche la taglia o il colore e shoptagr ti avverte ogni volta che c’è una variazione di prezzo. OMGII/II

[Non vi dico quante liste ho attivato, mi auto-rimando al punto 2.]

TIPS III/III da usare tutto l’anno! Poi decidi tu se acquistare on-line o in-store.

A questo punto, parlando di tendenze, ecco ciò che secondo me vale assolutamente la pena di essere acquistato:

Il giubbino “Aviator”

aviatore

giubbino aviatore @pinterest https://it.pinterest.com/pin/351421577166104964/

Ne ho visti anche con pelliccia o pelle (eco) colorata, una rivisitazione del caro e vecchio chiodo di pelle, sicuramente un capo spalla da tenere nell’armadio.

Tubino a fiori

tubino a fiori

tubino a fiori by Dolce&gabbana via Pinterest https://it.pinterest.com/pin/351421577166106634/

La stampa a fiori (ma anche il ricamo a fiori in realtà) è tornata prepotente già da qualche anno e quando penso a fantasie fiorate l’associazione a Dolce & Gabbana è naturale.

Calze con riga

calze con riga

@pinterest
https://it.pinterest.com/pin/351421577166105135/

I collant possono essere molto costosi, quindi una capatina da Calzedonia io ce la faccio!

 

Occhiali da sole

miumiu

Miu Miu
@pinterest
https://it.pinterest.com/pin/351421577166105093/

Tondi e/o specchiati, all’ultimo grido, ma forse non evergreen come un paio di Ray-ban, vale la pena risparmiare un pò.

Cuissard

via Pinterest
outfitshunter.com

Se vuoi leggere qualche consiglio sui Cuissard, clicca qua.

Sneakers

stansmith

Stan Smith by Adidas
@pinterest
https://it.pinterest.com/pin/351421577166105093/

Acquisto saggio e ponderato da brave bambine, queste ce le ritroviamo anche per la stagione più calda!

Scrivi una risposta o commento.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Newsletter